giovedì 10 ottobre 2013

Settimana internazionale babywearing - benefici del babywearing

international babywearing week
2013IBW
E dopo la settimana mondiale dell'allattamento, eccoci alla settimana internazionale del babyweraing.
I benefici del babywearing sono molteplici, prima di tutto è una cosa assolutamente naturale, tenere i bambini in braccio accanto a noi, non è un vizio, come si usa dir oggi, .è un gesto d'amore.
Portare i bambini fin dal primo momento, aiuta la mamma, il bambino ed anche il papà, rafforza il legame genitore bambino. Per il bambino è come ritrovarsi nell'utero materno, fino ai 6 mesi hanno memoria dei 9 mesi passati nella pancia e ritrovarsi  stretti alla mamma o al papà  per loro è molto rassicurante.


Vediamo nel dettaglio i benefici:

  • Pratico e comodo

Portare il bambino in fascia è più pratico e comodo di quanto si possa pensare; pensate solo al dover andare in autobus con il passeggino o a far la spesa ( con il passeggino o l'ovetto dentro il carrello) è comodo? Mentre con il proprio bambino in fascia si può  far tranquillamente la spesa spingendo il carrello, mentre lui si fa un riposino o mentre si guarda attorno, salire e scendere dagli autobus come se non avessimo il bambino, andare in luoghi affollati dove è improponibile muoversi con un passeggino. Anche il solo sali scendi dalla macchina per andare a casa , in un negozio o a scuola da fratelli, può risultare molto più semplice. Quando il  bambino sarà nella fascia le mani saranno completamente libere per poter  fare altre cose, accudire altri bambini, portare la spesa e qualsiasi altra cosa ci passi per la mente (non cose pericolose però, come salire su una sedia, su una scala, cucinare ecc.) 
Uscire in una giornata uggiosa o fredda non sarà un problema, basterà un ombrello per coprire mamma e bambino e una mantellina di lana in più sopra la giacca se fa particolarmente freddo, poi c'è il calore del corpo della mamma che penserà al resto.
Quando il bambino è stanco e diventa nervoso, basta dondollarlo un po' o fare una camminata che nel giro di pochissimo il bambino si sarà addormentato, al mare in montagna anche senza passeggino tutto sarà più semplice, la fascia è piccola e si può riporre in borsa.


  • Tranquillità per le mamme

In inverno o sotto la pioggia quante volte controlliamo il nostro bambino per vedere se sta bene, se ha freddo, se respira quando è molto piccolo, in fascia il bambino è a portata di bacio per cui sentiamo il suo respiro costantemente e sentiamo le sue guance con un bacio :-)

  • Fisiologicamente corretto

L'Istituto Internazionale contro la Displasia dell'Anca ha dichiarato che i supporti ergonomici la prevengono e ne diminuiscono i sintomi. Quello che bisogna sempre tenere presente è la posizione ad M delle gambe in questa maniera il peso del bambino è scaricato sul sedere e non sui genitali, nei marsupi tradizionali il bambino è come appeso e non comodamente seduto, la colonna vertebrale segue il suo andamento corretto il bambino si appoggia con la testa al petto del portatore quando si addormenta non è a penzoloni.

  • Partecipazione alla vita quotidiana

Il bambino portato in fascia è partecipe di tutte le attività svolte da chi lo porta, il suo senso dell'equilibrio è costantemente stimolato, e nel momento in cui lui sarà indipendente sarà inconsciamente già preparato ad affrontare molte situazioni, perchè già vissute in fascia come per esempio salire degli scalini.

  • Portare i bambini aumenta la produzione di ossitocina

Nelle madri, l’ossitocina aumenta attraverso il contatto fisico con il bambino, la facilità di allattamento al seno sembra riduca l’incidenza di depressione post-partum e di malattie psicosomatiche nella donna; in maniera analoga, il padre che porta il bambino ha effetti benefici per il legame paterno.
Allattamento al seno e Babywearing spesso vanno di pari passo, e per questo motivo, molte imbracature per bambini offrono privacy alle madri (possibilità di usare i lembi per nutrire il piccolo in modo discreto e igienico).
Il Babywearing può aiutare i neonati prematuri ed i bambini che hanno difficoltà ad aumentare di peso, dal momento che il bambino è sostenuto vicino alla madre ,sarà in grado di essere allattato più spesso, questa tecnica viene chiamata comunemente “cura Kangaroo”.

  • Portare i bambini facilita il continuum fra endogestazione e esogestazione

La Leche Legue e l' IBCL suggeriscono di considerare il supporto per portare i bambini come un utero di transizione. I supporti danno al bambino un senso di contenimento e di protezione molto rassicurante e allo stesso tempo stimolante. I piccoli sono addosso al portatore e partecipano alla sua vita così come accadeva nel grembo materno. Quando il bambino è pronto ad aumentare la distanza dal genitore, poiché il suo bisogno di contatto continuo è soddisfatto, non esiterà a segnalare di voler scendere e cominciare a muoversi nello spazio circostante.

  • I bambini portati piangono meno

Esistono studi che dimostrano come il pianto del bambino sia una scelta che arriva soltanto dopo che un suo bisogno non è stato soddisfatto o quando c'è una necessità impellente da comunicare. 

Il pianto rappresenta sempre un segnale che richiede attenzione urgente da parte di chi si prende cura del bambino.

Una ricerca scientifica ha dimostrato che nei bambini che vengono portati in fascia per tre ore al giorno alla sesta settimana di vita, la durata dei momenti di pianto era ridotta del 43% di giorno e del 51% di notte, rispetto ai coetanei non portati. Portare un neonato aiuta la gestione delle cosiddete "coliche" che riflettono sempre un disagio psicosomatico del bambino e che spesso sono favorite dall'aria ingurgitata nei momenti di pianto. 

Il pianto è sempre l'ultima scelta di comunicazione e, come tale, molte volte può essere prevenuto.

Le mie considerazioni finali. La prima figlia è cresciuta con passeggino fino ai 18 mesi circa, dopodichè gambe sue, braccia e spalle del papà quando necessario, non mi sono trovata male con il passeggino devo dire però che avevo uno stile di vita differente, mi muovevo quasi sempre in macchina, per cui portarmi dietro il passeggino non era un peso, non dovevo fare sali scendi veloci dalla macchina, con la nascita del cinghiale è nata l'esigenza di trovare qualcosa di diverso, io l'ho trovato e lo trovo tutt'ora molto utile, tutte le mattine d'inverno con il sole o la pioggia ho portato la topolina alla materna con il cinghiale a piedi/in autobus o in macchina e la fascia è stata preziosa, altro momento in cui la fascia è fondamentale è quando il cinghiale si addormenta in macchina ed allora lo infilo nella ring sling o nella pounch e non si sveglia nemmeno e posso andare in giro o casa tranquillamente mentre lui si riposa. E devo aggiungere che oltre alla comodità c'è un senso di piacere immenso e gioia nel tenere quel pargoletto o anche non tanto più pargoletto accanto a noi :-)
Buona settimana internazionale del babywearing a tutti!!!



1 commento:

  1. concordo pienamente!!!w la fascia!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina

Le tue impressioni e commenti sono importanti per me, lascia segno del tuo passaggio. :-)

ShareThis